en-Ex 958 - Il sindacato ITAMIL Esercito propone due tutele legali collettive, a beneficio dei Marescialli, Sergenti e Graduati, per ottenere, in favore degli iscritti, un cospicuo risarcimento derivate dal mancato avanzamento di carriera e la ricostruzio

20/03/2022

Il personale militare, rappresentato dai Sergenti e Graduati - arruolati con la legge 958/1986, che non hanno partecipato al concorso straordinario per il reclutamento nei ruoli Marescialli - e dai Marescialli, vincitori del concorso straordinario per gli "ex 958", hanno subito un'indebita sperequazione, rispetto ad altri colleghi, non essendo stato considerato ai fini del riordino delle carriere del 2017. La mancata valorizzazione economica e funzionale dei "Servitori dello Stato", ha indotto il sindacato ITAMIL Esercito a proporre, per il tramite dei legali Ernesto Sica, Ciro Santonicola e Aldo Esposito, un'azione legale collettiva, nella sede amministrativa, per domandare un cospicuo "risarcimento del danno esistenziale da mancato avanzamento di carriera". Attivate, dunque, dal sindacato militare, le preadesioni per due diverse tipologie di ricorso:

  • La prima tutela concerne la posizione dei marescialli, vincitori del concorso straordinario riservato agli arruolati "ex 958", ancorati "al grado giovane", benchè in possesso di un'anzianità di servizio pari o superiore ai 27 anni.
  • La seconda in favore dei Sergenti e graduati, arruolati con la legge 958/1986, che non hanno partecipato al concorso straordinario per il reclutamento nei ruoli marescialli, esclusi dalla promozione, ai livelli superiori, nel corso della carriera;

In occasione del Covegno tematico di Sabato 26 marzo 2022 alle ore 16:00 presso l'Hotel Ibis Styles in via Francesco Crispi 230 (Palermo) l'Avvocato Ernesto Sica illustrerà le linee operative.

Roma 18/03/2022