en-LAVORO: ITAMIL CHIEDE AGGIORNAMENTO BANDO DI CONCORSO SERGENTI PER NON PENALIZZARE CHI HA DIRITTO A PARTECIPARE

07/02/2022

La scorsa settimana ITAMIL aveva scritto al Ministro GUERINI e alla Sen. PUCCIARELLI, chiedendo un incontro con quest'ultima per trattare l'importante tema degli avanzamenti e indirettamente dei concorsi straordinari sergenti. Attendiamo fiduciosi risposta, ma nel frattempo non dimentichiamo che il tempo scorre e i nostri colleghi Caporal Maggiori Capo Scelti inclusi nell'aliquota di valutazione 31 dicembre 2020 che aspettano da più di due anni la tanto agognata Qualifica Speciale, oltre al danno di penalizzazioni in termini di trattamento economico (es. attribuzione del FESI) rischiano di subire la beffa di non poter partecipare al concorso straordinario per il reclutamento dei sergenti dell'Esercito per l'anno 2021, in quanto non soddisfano, ad oggi, a uno dei requisiti previsti dall'art.2, del bando di concorso che è quello appunto di rivestire il grado di Caporalmaggiore Capo Scelto Qualifica Speciale. Ciò chiaramente per un ritardo dell'Amministrazione della Difesa.

Inoltre, per questa ragione sembrerebbe che a fronte dei 167 posti disponibili, solo 64 hanno potuto presentare la domanda di partecipazione, in quanto gli altri sono in attesa dell'agognata qualifica. Peraltro, ai sensi di quanto stabilito dall'art. 4 del bando di concorso, le domande di partecipazione possono essere presentate entro la data del 10 febbraio 2022.

Inoltre, a fattor generale, abbiamo evidenziato, a seguito di lamentele da parte di nostri iscritti, la preclusione alla partecipazione a questi concorsi straordinari a tanti Graduati che hanno servito per lungo tempo in armi il Nostro Paese, solo perchè non in possesso "....del diploma quinquennale di istruzione secondaria di secondo grado o quadriennale integrato dal corso annuale, ovvero del diploma di istruzione secondaria di secondo grado conseguito a seguito della sperimentazione dei percorsi quadriennali di secondo grado validi per l'iscrizione ai corsi di laurea". Su questo aspetto, ITAMIL auspica che tale preclusione possa essere eliminata.

Alla fine dunque, è stato chiesto un autorevole intervento dello Stato Maggiore dell'Esercito volto prioritariamente a far ritardare la data di presentazione delle domande per partecipare al citato bando di concorso, attraverso una nuova decretazione della competente Direzione Generale per il Personale Militare.

PIÙ DIRITTI PER TUTTI MENO PRIVILEGI PER POCHI.